17
Mar, Set

Taranto, recuperati dalla polizia oltre 300 reperti archeologici

Taranto, recuperati dalla polizia otre 300 reperti archeologici

Cronaca

Gli oggetti erano stati trafugati si presume da tombe di origine greca pronti per essere immessi nel mercato clandestino internazionale

Più di trecento reperti archeologici dell’età ellenistica sono stati recuperati dagli agenti della Sezione “Falchi” della Squadra Mobile di Taranto. Gli oggetti, probabilmente provenienti da tombe di origine greca, frutto di scavi clandestini, sono stati rinvenuti in un terreno incolto nel quartiere di Lama. Tra la vegetazione, occultati, un secchio di plastica e un cartone con all’interno il prezioso bottino: anfore e statuette antiche.

I reperti sporchi di terra umida erano stati avvolti in panni di carta, pronti per essere smerciati nel mercato clandestino internazionale. Grazie al supporto di un funzionario della Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio di Lecce, coinvolto nelle operazioni di catalogazione, è stato possibile stabilire che i reperti recuperati risalgono presumibilmente all’età Ellenistica, nel periodo compreso tra il VI ed il III secolo avanti Cristo.

Fanizza Group Carglass