06
Ven, Dic

Ctp-Amat. Confermati lavoratori e servizio

Ctp-Amat. Confermati lavoratori e servizio

Attualità

Buone notizie dall'incontro in Prefettura. A settembre ridiscussione su clausola sociale. Melucci: "Sia chiaro non ci sono due aziende che litigano, ma due piani industriali legittimamente differenti”. Il Sindaco di Statte: “Ora si parli della dignità e del decoro di quel servizio”

“Si tratta di un servizio essenziale che va assolutamente mantenuto”, ha detto il Prefetto aprendo i lavori. Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha indicato subito la possibile via d’uscita sottolineando la totale disponibilità dell’amministrazione comunale e dell’Amat a riprendere i collegamenti con Statte e Leporano “nonostante il sacrificio economico che questa soluzione comporta”.  “Entro ‪il 30 settembre – ha dichiarato il primo cittadino – ci sarà un nuovo scenario operativo”.

La convinta esortazione del sindaco di dover garantire il miglior servizio possibile ai cittadini, sorta dopo attento esame riservato alla questione nelle settimane precedenti, ha trovato immediata sponda nel presidente dell’Amat, Giorgia Gira, la quale ha confermato che “l’azienda ha sempre dichiarato di essere pronta a non interrompere i collegamenti” e nel presidente del Ctp, Egidio Albanese, che ha accolto il suggerimento del Sindaco Melucci e condiviso la disponibilità dell’Amat a riprendere il servizio.

“Sia chiaro - ha sottolineato il sindaco - non ci sono due aziende che litigano, non c’è contrapposizione, ma due piani industriali legittimamente differenti”. Da parte loro i rappresentanti dei sindacati, plaudendo alla soluzione del problema dal punto di vista commerciale, hanno mostrato preoccupazione per la questione legata all’occupazione. Nei giorni scorsi il Ctp ha annunciato il possibile esubero di 45 autisti derivante dal ritorno delle tre linee all’Amat. Il sindaco Melucci ha proposto di affrontare subito questa problematica per trovare una soluzione equilibrata.

“Per ora i 45 autisti dichiarati in esubero per via dell’annunciata soppressione delle linee 14, 16 e 4, restano fermi al loro posto. Al 30 settembre si tornerà a discutere della clausola sociale che consentirà a questo personale di traslare eventualmente in AMAT visto il rientro nei servizi della municipalizzata urbana delle tratte in questione”.Così Francesco Zotti, segretario provinciale di categoria della FILT CGIL di Taranto, che questa mattina ha partecipato alla riunione convocata in prefettura. “E’ una buona notizia anche per la comunità – spiega Zotti – perché di fronte al muro contro muro tra le due società controllate, finalmente oggi si è arrivati a posizioni di ragionevolezza che consentiranno di conservare il servizio rivolto ai cittadini-utenti di Statte e Leporano.Il Sindaco di Taranto e i vertici dell’AMAT hanno inoltre confermato l’aumento del corrispettivo previsto per chilometro, passando a 2 euro e 10 così come richiesto dal CTP”.
 
Il sindaco di Statte, Franco Andrioli è tra i promotori dell’incontro svoltosi questa mattina in Prefettura, per affrontare la querelle tra AMAT e CTP proprio sulle linee contese del 14, 16 e 4. "Mi sembra un buon risultato anche se credo bisognerà, passata l’emergenza, tornare a riunirsi in nome proprio del diritto a un trasporto dignitoso da parte dei nostri concittadini – commenta il sindaco di Statte – per tale ragione ho chiesto ufficialmente ai presenti e al rappresentante del Governo, di fare al più presto il punto sul grado di efficienza, sicurezza e decoro di mezzi di trasporto utilizzati su queste linee e oltre, passando dai mezzi fatiscenti di oggi a più moderni autobus Euro 5 o Euro 6”.

Fanizza Group Carglass