22
Ven, Nov

Traffico di cozze e oloturie nel Mar Piccolo, VeraLeaks: “Ancora attività illecite”

Traffico di cozze e oloturie nel Mar Piccolo, Veraleaks: “Ancora attività illecite”

Attualità

L’attivista Luciano Manna denuncia la questione all’Asl di Taranto. "In pericolo la salute pubblica"

Attività di prelievo di cozze nel primo seno del Mar Piccolo di Taranto. Questa la denuncia da parte di Luciano Manna che attraverso il suo sito VeraLeaks restituisce immagini risalenti al 20 agosto scorso che mostrerebbero mitili a sciorinare, (l’ultima fase per la cozza adulta prima di essere messa sul mercato) e poi prelevate sott'acqua.

“Ricordiamo che l'ordinanza regionale, (n.532 del 13-9-2018) pone il 28 febbraio come limite entro il quale le cozze adulte vanno spostate dal primo seno al secondo o in Mar Grande, naturalmente previo controllo sanitario. – spiega Manna - Il fatto che ancora oggi, nel mese di agosto, siano prelevate cozze adulte dal primo seno che saranno sul mercato nei prossimi giorni rappresenta una violazione dell'ordinanza nonché un notevole rischio per la salute pubblica perché nei mesi più caldi i livelli di diossina e PCB vengono assorbiti di più dalla massa grassa dei mitili”.

VeraLeaks ha denunciato la situazione alla Asl jonica. “A confermare i rischi sono i dati della Asl che ogni anno nei mesi tra maggio e settembre registrano notevoli sforamenti del limite di legge, appunto la sommatoria diossina/pcb. – aggiunge l’attivista – Oltre a ciò “la pesca illecita delle oluturie continua ad essere attiva nei mari di Taranto”. “Gravi violazioni” secondo Manna responsabili “della devastazione dell'ecosistema marino e a rischio delle nostre specie”.

Fanizza Group Carglass