18
Dom, Ago

Magna Grecia Awards Fest chiude con un doppio appuntamento

Magna Grecia Awards Fest chiude con un doppio appuntamento

Cultura

Fatti di cronaca di stretta attualità, giustizia, processo mediatico e politica. Questi alcuni degli argomenti che hanno concluso la rassegna letteraria, con il format di talk show all'aperto

Ultimo doppio appuntamento per il Magna Grecia Awards Fest, in un atrio di Palazzo Catalano, a Castellaneta, gremito di pubblico. Il Consigliere di Stato Francesco Caringella, magistrato, già commissario di Polizia, ha presentato il suo libro "Oltre ragionevole dubbio", un legal thriller visto come spunto per parlare di legalità, del ruolo delle istituzioni nella società moderna e del raffronto tra la giustizia italiana e quella degli altri Paesi. 
A seguire il giornalista Pablo Trincia de Le Iene ha presentato "Veleno. Una storia vera". Un libro-inchiesta molto dibattuto in questi giorni, alla luce del caso di Bibbiano. Veleno ripercorre le tappe di quanto accaduto alla fine degli anni Novanta, in due paesi della Bassa Modenese. Sedici bambini vengono tolti alle loro famiglie e trasferiti in località protette. I genitori sono sospettati di appartenere a una setta di pedofili satanisti che compie rituali notturni nei cimiteri sotto la guida di un prete. Sono gli stessi bambini a fornire i racconti dell'orrore, solo che non ci sono testimoni adulti. Alla serata è  intervenuta il già parlamentare, ora giornalista e comunicatrice televisiva, Nunzia De Girolamo.
L'ottava edizione della rassegna letteraria curata dallo scrittore e regista Fabio Salvatore rientra negli appuntamenti del Comune di Castellaneta - assessorato alla cultura. Una maniera solida e propositiva per continuare il successo del Premio consegnato lo scorso maggio a Massafra seguendo la filosofia per tutta la kermesse ispirata all'hashtag #standbyme. La rassegna gode dei patrocini di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Puglia, Provincia di Taranto. Partner: I presidi del libro e Istituto Orazio Flacco di Castellaneta.