21
Gio, Nov

Dalla Regione un piano di finanziamento per la lotta alla Xylella

Dalla Regione un piano di finanziamento per la lotta alla Xylella

Economia

Uscito di recente l’Avviso pubblico del Piano di Sviluppo Rurale che consente ai vivai pugliesi, in area delimitata dal batterio, di investire nella messa in sicurezza delle serre

“E' in uscita l'Avviso pubblico del Piano di Sviluppo Rurale che consente ai vivai pugliesi, che si trovano in area delimitata per la Xylella fastidiosa, di investire nella messa in sicurezza delle serre, necessaria per consentire la commercializzare delle piante”. A comunicarlo l’assessore allo Sviluppo economico, Mino Borraccino che sottolinea ancora: “Dal 18 settembre al 18 ottobre prossimo, si potranno presentare istanze di finanziamento per interventi di protezione della produzione vivaistica nelle aree delimitate per la Xylella. La dotazione finanziaria dell'Avviso è di 2 milioni e 200mila euro, che andranno a progetti di imprese vivaistiche per la produzione in serre rese immuni dall'insetto, indispensabili per contrastare e arrestare la diffusione della malattia. Le serre attrezzate in tal modo avranno il riconoscimento di sito indenne, - spiega ancora - utile a garantire l'attività vivaistica nelle zone delimitate”.

L'obiettivo è contrastare la diffusione del batterio, “intervenendo in modo specifico sul vettore e garantendo un efficace isolamento”. L’iniziativa, finanziata dalla Regione Puglia, giunge all’indomani dell’annuncio di un Piano complessivo per l'agricoltura pugliese, e in particolare salentina.

“La dotazione del Piano, recentemente presentato dal presidente Michele Emiliano e dalla Ministra per il Sud Barbara Lezzi, è di 300 milioni di euro complessivi per gli anni 2020 e 2021, mediante l'utilizzo delle risorse del F.S.C. (Fondo per lo Sviluppo e la Coesione). – precisa l’Assessore - Queste risorse in arrivo dal Governo centrale, serviranno a ripristinare il paesaggio rurale, messo a dura prova dalla Xylella, mediante un grande Piano di riforma agraria di tutto il Salento”.