17
Mar, Set

Distretti Urbani del Commercio: si completa la rete dei Comuni della provincia

Distretti Urbani del Commercio: si completa la rete nella provincia

Economia

Oltre ai sette Comuni già interessati se ne aggiungono altri 9 che godranno di un contributo di quasi due milioni di euro

Completata quest’oggi la rete dei Distretti Urbani del Commercio in Provincia di Taranto. Presso la sede di Confcommercio, conferenza di presentazione della seconda tranche dei progetti DUC relativi al secondo bando. Presenti l’assessore allo Sviluppo economico, Mino Borraccino, il presidente di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande, il direttore della Confesercenti, Roberto Conte, il segretario Generale di Confcommercio Puglia, Giuseppe Chiarelli e il Segretario provinciale di Confcommercio, Angelo Colella oltre a numerosi sindaci della provincia jonica.

“Come si ricorderà, 7 Comuni avevano già ottenuto il cofinanziamento regionale (Castellaneta, Fragagnano, Martina Franca, Maruggio, Massafra, Pulsano e Sava) per un contributo Regionale di 1.160.000 euro. – ha commentato Borraccino -  Adesso si sono aggiunti gli altri 9 Comuni ammessi al cofinanziamento: Avetrana, Grottaglie, Laterza, Leporano, Manduria, Mottola, Palagianello, Palagiano e Torricella, con un contributo regionale di 1.810.000 euro”.

 Secondo l’assessore “in tal modo viene a completarsi il quadro dei DUC riconosciuti e finanziati in provincia di Taranto, con un finanziamento complessivo regionale di 2.970.000 euro su 16 Comuni”.

Inclusi in questo nuovo bando servizi innovativi comuni fra gli operatori dell'area (baby parking, consegna a domicilio ecc.) e all'aumento dell'attrattività della rete distributiva; di interventi di arredo urbano, di recupero e valorizzazione dei mercati rionali, nonché di riqualificazione urbana (parcheggi a uso pubblico, viabilità, rifacimento di strade e marciapiedi ecc.).

Un’opportunità da non perdere, secondo il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, trattandosi di “fondi che permetteranno ai Comuni di rilanciare il tessuto economico e sociale. Per questo auspico interventi veloci e senza procedure burocratiche farraginose e complicate”

"Significa – commenta Turco – aver garantito per ben 16 Comuni un credito di 2,9 milioni di euro che andrà a dare fiato a un settore, quello del commercio di quartiere, spesso stritolato dalla concorrenza dei grandi marchi. Con questi fondi – conclude - i nostri commercianti, la vera spina dorsale delle comunità locali, potranno innovare le proprie attività, renderle più attrattive offrendo servizi e accoglienza. Penso ai mercati rionali, ai negozi di vicinato, alle botteghe artigianali che per troppi anni hanno dovuto abbassare le serrande e togliere le insegne spegnendo di fatto intere strade e interi quartieri. Perché – conclude Turco – ogni negozio è un presidio sociale delle nostre città”.