05
Gio, Dic

Anche a Gravina senza tifosi

Anche a Gravina senza tifosi

Calci da Pro

Ultimo impegno prima della sosta per il Taranto di Panarelli che domenica pomeriggio sarà di scena allo "Stefano Vicino" di Gravina. Appuntamento delicato per la compagine jonica che se vuole tenere vive le speranze di aggancio al primo posto, ora distante ben cinque lunghezze, dovrà necessariamente portarsi a casa l'intera posta in palio

La vittoria casalinga contro il Fasano di sette giorni addietro ha in parte riacceso l'entusiasmo della città che tifa, e i recenti inviti all'ottimismo manifestati dalla società circa la questione punto di penalizzazione lasciano quantomeno ben sperare sul fonte classifica. Ciò che condiziona la rincorsa del Taranto però è senza dubbio la marcia incessante delle due battistrada, che domenica dopo domenica continuano a macinare risultati favorevoli, non manifestando il benché minimo cenno di calo fisiologico.
Non siamo padroni del nostro destino, e questo complica senza tema di smentita alcuno, il nostro già tortuoso viaggio.
Recuperati tutti gli infortunati, eccezion fatta per Nicola Lanzolla che dovrebbe tornare ad allenarsi a partire dalla prossima settiman, sarà lo squalificato Carullo l'unico indisponibile. Facile immaginare quindi che si vada verso la riconferma di Vittorio Antonio, vero e proprio eroe nell'ultimo match disputato, davanti al quale si potrebbe optare per una linea difensiva a tre composta da Ferrara, Di Bari e Pelliccia. Nella zona nevralgica del campo dovrebbero agire Manzo e Bonavolontà con Oggiano ed Esposito larghi sulle fasce, D'Agostino a dispensare fosforo, Roberti e Favetta a comporre la coppia gol.
Nota di cronaca, non sarà presente sugli spalti il pubblico di fede tarantina, bloccato dall'ennesimo e discutibile divieto. Si tratta della quarta trasferta consecutiva vietata ai supporters jonici. A dirigere la contesa sarà Dario Madonia della sezione di Palermo, coadiuvato dagli assistenti Marco Cerilli e Matteo Pressato di Latina. Fischio d'inizio alle ore 15,00.